centoxcento A/V


Vai ai contenuti

AIUTIAMO CHI HA BISOGNO
l'associazione organizza tour degli angoli nascosti di Roma accompagnati da professori dell'università di archeologia della Sapienza.
visita il sito!!

Alitalia/Alitalia express/AirOne
UNITI SI VINCE

Per il diritto di appartenenza
Finchè non ci si sente parte di un qualcosa non si riesce a capire in che direzione andare. Creando un unico obiettivo si lavora tutti per quel fine.
Uniti si Vince


Vito Intini - Paolo Lio," La Centralità del cliente come strategia di rilancio: il caso Alitalia"
Un libro, ma non è un romanzo. E' un libro scritto per descrivere l'orientamento al cliente, che cos'è e il perché, che ci piaccia o no, esso è importante nel nostro lavoro quotidiano.

per saperne di più.........

causa pagamento ferie
comunicato del 7 dicembre

Cari Centoxcento A/V,

proseguendo la collaborazione con Air Crew Committee, vi forniamo tutti i dettagli e le istruzioni per partecipare all’azione legale per il recupero maggiorazioni orarie non pagate in caso di ferie da quando si è passati in CAI, sia per i piloti che per gli assistenti di volo.

Come già scritto in precedenza noi preferiamo prima effettuare i calcoli per determinare gli importi da richiedere per darvi la possibilità di decidere se fare la causa.

Quindi prima di tutto occorre stampare tutti i fogli delle buste paga dal 2009 ad oggi.

Inoltre, prima di iniziare la causa è necessario inviare a CAI e a SAI le raccomandate per l’interruzione dei termini di prescrizione, che trovate allegate a questa mail. Il nostro avvocato le ha preparate per questa causa specifica.

Dato che stiamo ricevendo anche molte adesioni di colleghi base Milano, è indispensabile sapere che per loro la causa deve essere fatta presso il tribunale di Milano; questa possibilità ci permette di accelerare l’iter processuale perché il tribunale di Milano in media impiega un anno e tre mesi per emettere una sentenza, mentre quello di Civitavecchia impiega almeno tre anni e otto mesi.

Quindi i colleghi di Milano hanno la possibilità di vedere riconosciuti i loro diritti in poco tempo e gli consigliamo di non farsi scappare questa opportunità.

Entro la fine delle feste saremo in grado di fornire i dettagli degli avvocati che si occuperanno delle azioni legali a Milano, ma nel frattempo possiamo effettuare i calcoli.

Abbiamo notato che altre sigle sindacali improvvisamente vogliono fare causa all’azienda e sostengono che già da tempo avevano cercato di risolvere il problema, ma la CAI si è sempre rifiutata, quindi hanno deciso di ricorrere alle vie legali per recuperare le somme non erogate.

A questo punto la domanda sorge spontanea. Ma se già sapevano che la CAI non elargiva quanto dovuto, perché hanno firmato l’accordo che prevedeva il contributo di solidarietà e la rinuncia alla tredicesima?

Un sindacato almeno decente avrebbe detto: “ I naviganti hanno già dato, quindi hanno fatto loro parte di sacrifici”.

Comunque, tornando a noi, di seguito vi inviamo nuovamente i costi della causa con i contatti per ila consegna delle buste paga, e in allegato le raccomandare da compilare stampare, firmare e spedire alla CAI e alla SAI, la lista dei documenti necessari e il modulo raccolta dati.

Per gli iscritti a Air Crew Committee e Centoxcento A/V:

Costo per il calcolo degli importi da richiedere: GRATIS

Costo della causa: 285€.



Per gli iscritti a APU e Federvolo:

Costo per il calcolo degli importi da richiedere: 10€ per ogni anno da controllare.

Costo della causa: 385€.



Per tutti gli altri:

Costo per il calcolo degli importi da richiedere: 15€ per ogni anno da controllare.
Costo della causa: 445€.

Nessun altro costo verrà aggiunto se non le eventuali spese legali in caso di soccombenza, in ogni caso da dividere tra i partecipanti la causa.



La consegna delle buste paga avverrà tramite appuntamento, presso la sede FEDERVOLO ad Acilia in V. Amedeo Bocchi, 300 oppure tramite invio postale.



Per ulteriori informazioni contattare:

federvolo@gmail.com
Tito Livio Silvestri: 335/5629146.

Grazie.

A presto.

Centoxcento A/V

- causa ferie racc.interruzione termini prescrizione CAI formato word
- causa ferie racc.interruzione termini di prescrizione SAI formato word
- Elenco documenti causa ferie pdf
- Modulo raccolta dati causa ferie pdf

Presenza in sede febbtaio 2017
Cari Centoxcento A/V,

vi comunichiamo i giorni del mese di maggio in cui saremo presenti presso la nuova sede Federvolo-Centoxcento A/V in Via Gianfilippo Usellini, 443, zona Axa Malafede.

1 MERCOLEDI' POMERIGGIO DALLE 16:00 ALLE 19:00
3 VENERDI' MATTINA DALLE 9.30 ALLE 12:30
6 LUNEDI' POMERIGGIO DALLE 16:00 ALLE 19:00
8 MERCOLEDI' POMERIGGIO DALLE 16:00 ALLE 19:00
10 VENERDI' MATTINA DALLE 9.30 ALLE 12:30
13 LUNEDI' POMERIGGIO DALLE 16:00 ALLE 19:00
15 MERCOLEDI' POMERIGGIO DALLE 16:00 ALLE 19:00
17 VENERDI' MATTINA DALLE 9.30 ALLE 12:30
20 LUNEDI' POMERIGGIO DALLE 16:00 ALLE 19:00
22 MERCOLEDI' POMERIGGIO DALLE 16:00 ALLE 19:00
24 VENERDI' MATTINA DALLE 9.30 ALLE 12:30
27 LUNEDI' POMERIGGIO DALLE 16:00 ALLE 19:00

La sede è a disposizione per la raccolta dei documenti per le seguenti iniziative:

- Controllo buste paga per IVR/IVIA non corrette (servizio a pagamento per non iscritti).

- Controllo buste paga per ferie non pagate (servizio a pagamento per non iscritti)

- Adesione causa errori buste paga aa/vv CAI/SAI

- Adesione causa per ferie non pagate

- Calcolo pensione (servizio a pagamento per non iscritti)
A presto.
Centoxcento A/V

COMUNICATO
27 agosto 2016

Cari Centoxcento A/V,

prendiamo lo spunto per parlare di nuovo delle divise ma solo per darvi qualche informazione in più e altri spunti di riflessione.

Gli aa/vv base Roma hanno ricevuto la comunicazione per il ritiro del cappotto tramite appuntamento, senza la possibilità di provarlo; quindi si corre il rischio, come accaduto con la divisa, di ritirare dei capi inadatti. Inoltre, il ritiro potrebbero essere incompatibile con le attività lavorative considerando i giorni e gli orari disponibili.

Immaginiamo sia ancora peggio per gli aa/vv base Milano, visto come si è organizzata l’azienda in precedenza per il ritiro delle divise.

In una nostra mail di maggio, dedicata proprio alle divise, vi avevamo suggerito di conservare le ricevute e gli scontrini di tutte le spese che avete dovuto affrontare per la divisa e gli accessori, compreso i chilometri fatti con la vostra auto per recarvi presso il luogo di ritiro durante i giorni di riposo.

Di seguito vi riportiamo alcuni dettagli:

DIVISA:

E' necessario avere delle ricevute di tutte le spese sostenute per rendere la divisa conforme, quindi sarti e in futuro le tintorie devono fornirvi ricevute e/o fatture che devono contenere i seguenti dati:

Il vostro nome, cognome e codice fiscale;

Descrizione dettagliata del servizio reso; esempio: orlo su pantalone divisa Alitalia; pulitura camicia divisa Alitalia.

Costo specifico per ogni servizio reso.



BAGAGLI:

Abbiamo letto anche che i bagagli devono essere solo di colore nero; gli occhiali da vista solo di alcuni colori; deve essere indossato l'orologio ma solo con determinate forme e cinturini.





TRUCCHI:

Ci sono anche dei trucchi specifici per le colleghe.



Tutto questo ha un costo che l'azienda vuole scaricare sugli aa/vv.



RITIRO DIVISA:

Inoltre molti di voi, sia a Roma, ma soprattutto a Milano hanno dovuto prendere un appuntamento durante un giorno di riposo per ritirare la divisa, poi hanno avuto anche la beffa di non trovare tutti i capi e sono stati costretti a ritornare.



Anche questo è un costo che l'azienda deve rimborsare se accaduto durante un giorno di riposo



A tale proposito vi inviamo il link del sito ACI per calcolare il costo al chilometro della vostra autovettura.



http://www.aci.it/i-servizi/servizi-online/costi-chilometrici.html





Inoltre su Google map potrete calcolare la distanza dalla vostra abitazione al luogo in cui ritirare la divisa.



Di seguito il link:



https://maps.google.it/





Detto questo, adesso arrivano le belle notizie.

Ora vi diciamo quali sono i vostri diritti sanciti dalla legge e ribaditi da numerose sentenze della Cassazione.

Il datore può prevedere l’obbligo di una divisa e provvedere a fornirvela. Le spese di acquisto e di pulizia per la divisa sono a carico del datore. Se è lui a regolare tempo e luogo della vestizione, il tempo per indossarla è considerato orario di lavoro e va retribuito.

Ma non finisce qui. Ecco altri vostri diritti.

Il tempo utilizzato per indossare e togliersi la divisa di lavoro, quando questa è ritenuta utile dal datore di lavoro per svolgere la sua attività, comporta il diritto al pagamento della retribuzione per tutto il tempo utilizzato perchè l’attività ricade tra le prestazioni lavorative che il dipendente è tenuto a svolgere nell’ambito dell’orario di lavoro.

Su questo punto esistono diverse sentenze della Corte di Cassazione che confermano il pagamento del tempo utilizzato e la condanna del datore di lavoro che obbligava i propri dipendenti a timbrare l’inizio del turno solo dopo aver indossato la divisa e, al contrario, dovevano timbrare in uscita prima di cambiarsi.

Secondo le disposizioni del diritto, il datore di lavoro può decidere, per i propri dipendenti, l’uso di una divisa perché questo rientra tra le prerogative dell’imprenditore.

Infatti, l’imprenditore ha la possibilità di poter organizzare liberamente l’attività produttiva della sua impresa.

In ogni caso, una decisione di questo tipo non può causare un danno, di ordine economico o normativo, ai propri dipendenti; infatti, i lavoratori, ad esempio, non possono essere obbligati ad acquistare o pulire la divisa di lavoro.

Non vi basta? Ecco altri diritti.

La Corte di Cassazione ha più volte ribadito che rientra nella nozione di orario di lavoro effettivo il tempo impiegato dal dipendente per lo svolgimento di operazioni strettamente indispensabili all’espletamento dell’attività lavorativa, come ad esempio la vestizione degli abiti da lavoro.

Una interpretazione di questo tipo è oggi avvalorata anche dalla direttiva comunitaria che ha fatto rientrare nella nozione qualsiasi periodo temporale in cui il lavoratore è a disposizione del datore di lavoro nell’esercizio delle sue attività o delle sue funzioni.

Scusate, non abbiamo ancora finito.

Cambiarsi a lavoro: il c.d. tempo tuta

I giudici hanno stabilito che il tempo impiegato per mettersi la divisa vada conteggiato nell’orario di lavoro in quanto funzionale alla prestazione dell’attività. Il datore di lavoro non può pretendere che i dipendenti si rechino a lavoro già cambiati perché la divisa può essere imposta solo durante l’orario lavorativo.
Lavaggio abiti da lavoro: ecco a chi spetta



Sebbene trovi scarsa applicazione nella pratica, per legge l’obbligo di lavaggio di tute da lavoro e divise in genere spetterebbe al datore di lavoro. In caso contrario il lavoratore è tenuto quantomeno al rimborso spese.

E adesso la pietra tombale dell’ultima sentenza della Cassazione.

“In caso di inadempimento del datore di lavoro all'obbligo, contrattualmente assunto, di fornitura ai dipendenti di "vestiario uniforme", ove il dipendente, al fine di adempiere alla propria obbligazione di indossare in servizio abili "uniformi", sia conseguentemente costretto ad acquistare a proprie spese abiti che, per tipo e foggia, diversamente non avrebbe acquistato, il datore di lavoro è tenuto, in base alla disciplina generale di cui agli artt. 1218 e ss. cod. civ., a risarcirgli il danno rappresentato dal costo aggiuntivo incontrato per detto acquisto, giacché trattasi di perdita patrimoniale causalmente riconducibile in modo immediato e diretto all'inadempimento, secondo regole di normalità e tenuto conto del principio, desumibile dall'art. 1225 cod. civ.


A questo punto capite bene che si spalancano le porte ad una serie di opportunità supportate da una valanga di diritti e sentenze.
Quindi, visto che le divise attuali stanno facendo ridere tutto il mondo, mettendo in ridicolo chi le indossa, ci sembra il minimo pretendere di indossarle solo per il tempo strettamente necessario per la prestazione lavorativa ed esigere il rimborso delle spese sostenute per la divisa.

Noi siamo pronti a far rispettare i diritti.

E voi?

Non è ancora abbastanza quello che vi sta facendo l’azienda?

Noi per iniziare in allegato vi inviamo un fac simile di una nota spese dove potete inserire tutti i costi che avete sostenuto per la divisa.

Per i più esperti abbiamo anche il modulo nei formati Word ed Excel.

A presto.

I.M.L. Roma
"Aldo di Loreto"
tel.06.49865386
06.49866751
fax.06.49866610
viale Pietro Gobetti 2
00185 Roma

CENTRO MEDICINA AERONAUTICA AEROPORTO FCO

Il Servizio di Medicina Alitalia si trova in Via Cammarota 135 1°piano-Fiumicino Aeroporto. (exEdificio FLY MED)
06.6563.2614

Direttore Sanitario Prof. Giorgio Ricciardi Tenore
Igiene del Lavoro Dott.Fabrizio Pizzuti
Laboratorio Analisi D.ssa Paola Castellani
Medicina Aeronautica Dott. Flavio Baretti
Medicina del Lavoro D.ssa Bianco
Accettazione/ vaccinazioni D.ssa Antonella Colell
per quanto concerne il Check Up che l'istituto forniva gratuitamente, ci è stato riferito che sono in attesa di completare l'allestimento dell'ambulatorio e degli spazi.


modulo dimissioni sindacati


cocid

Sara HorowitzUna Storia

Sindacalista free lance.......................... Per reagire alla crisi dei sindacato, ha inventato forme di associazione più adatte alla mobilità dei liberi professionisti. Rifiuta la logica dello scontro e ha sostituito lo sciopero con le tecniche del marketing.

FREELANCERS UNION

I gestori del sito “centoxcentoAV” non sono responsabili delle conseguenze di eventuali errori presenti all'interno dello stesso sito o di altri danni indiretti che possono derivare da tali errori. centoxcentoAV non deve essere considerato esente da imprecisioni. Alcune fotografie ed immagini contenute in questo sito sono state raccolte nella rete. Sono pertanto ritenute essere di pubblico dominio (art.70 comma 1; 1bis; 2; 3). Vi preghiamo di contattare il webmaster qualora foste titolari o veniste a conoscenza di diritti esistenti sulle fotografie o immagini che saranno immediatamente rimosse.
centoxcentoAV non è responsabile dei contenuti dei siti esterni recensiti e/o segnalati da colleghi, dei contenuti dei siti in link.
I loghi sono di proprietà dei soggetti di riferimento.
centoxcentoAV

C
ontattaci

affiliato


Home Page | Chi Siamo | Le Nostre Attività | Iniziative | Progetti | ENAC | FONDAEREO | SASN | Convenzioni | Modulistica | Salute | Links | iscriz./cancell. mailing list | Mappa del sito


own designer site-Oggi è il - Ultimo aggiornamento 02 feb 2017

Torna ai contenuti | Torna al menu