centoxcento A/V


Vai ai contenuti

Causa Solidarietà Espansiva

Cari Centoxcento A/V,

Vi comunichiamo che la nostra assicurazione ha dato il parere favorevole alla copertura della causa sulla solidarietà espansiva.

Pertanto tutti i nostri iscritti che hanno stipulato la polizza non pagheranno nulla nel caso vogliano iniziare la causa.

Inoltre, dato che è stato già raggiunto il numero minimo di adesioni, abbiamo deciso, in accordo con i nostri legali, di far partire il primo gruppo di cause entro la fine di settembre.

Pertanto invitiamo i colleghi che ancora devono portare la documentazione ad affrettarsi, onde evitare di attendere ulteriori mesi.

Naturalmente questo sarà il primo gruppo di una lunga serie.

Nel frattempo, per i più distratti, vi riportiamo di seguito alcune delle violazioni che ha commesso la cai, che hanno scaturito la nostra azione legale.

Con gli accordi del 26 giugno e 28 luglio 2009 sindacati e cai hanno definito le norme che regolamentano i contratti di solidarietà espansiva.

La legge sulla solidarietà (863/84), prevede la possibilità di rinunciare a parte della propria prestazione lavorativa per favorire l'assunzione di altri lavoratori.

Attraverso questo atto di solidarietà sono stati assunti altri lavoratori con contratti a tempo indeterminato a tempo pieno (full-time).

Nei mesi seguenti i colleghi che hanno scelto la solidarietà espansiva hanno visto "slittare" la propria anzianità aziendale, con conseguente perdita economica, e paradossalmente attraverso il loro gesto solidale, subiscono anche un ulteriore danno perché nel tempo rischiano di avere un anzianità inferiore persino a coloro che hanno contribuito a far assumere con contratti full-time.

Questo è chiaramente una violazione del principio fondamentale della legge che permette al singolo di fare un gesto d'altruismo a favore di un altro, ma che l'azienda invece lo trasforma in un boomerang non riconoscendo il periodo di solidarietà ai fini della maturazione dell'anzianità aziendale.

A fronte di questo gesto altruista del singolo lavoratore, il legislatore ha previsto l'erogazione dei contributi figurativi da parte dell'INPS, per il periodo trascorso in solidarietà espansiva.

Ebbene questi dati non risultano presso l'INPS perché la cai non fornisce le informazioni necessarie per determinare i contributi figurativi.

A seguito di queste violazioni, che durano da quasi due anni, con i nostri avvocati abbiamo preparato l'azione legale con l'obiettivo di riacquisire l'anzianità aziendale illegittimamente persa, e il ripristino della posizione previdenziale per il periodo trascorso in solidarietà espansiva.

Abbiamo da tempo notato che le violazioni aziendali non finiscono qui per coloro che hanno scelto la solidarietà espansiva; infatti ci sono anche altre anomalie contrattuali che meritano una particolare attenzione; ma questo sarà oggetto di una ulteriore azione legale.

Comunque per partecipare a questa causa occorrono i seguenti documenti:

1 - Copia documento firmato in azienda per la trasformazione del rapporto di lavoro in solidarietà espansiva.

2 - Copia Estratto Conto INPS.

3 - Copia 1° pagina delle buste paga, un mese prima di iniziare la solidarietà espansiva, fino al mese in corso.

4 - Fotocopia documento (Passaporto o Carta d'Identità).

5 - Fotocopia Codice Fiscale.

6 - Fotocopia Badge Aziendale.

7 - Modulo raccolta dati personali (allegato).

I costi saranno i seguenti:

110€ per gli iscritti Centoxcento A/V senza polizza di tutela legale.

160€ per tutti gli altri.

Modulo raccolta dati solidarietà espansiva.

Home Page | Chi Siamo | Le Nostre Attività | Iniziative | Progetti | ENAC | FONDAEREO | SASN | Convenzioni | Modulistica | Salute | Links | iscriz./cancell. mailing list | Mappa del sito


own designer site-Oggi è il - Ultimo aggiornamento 05 set 2019

Torna ai contenuti | Torna al menu